Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

  Parco del Monte Cucco Costacciaro

 

Programma generale:
Ritrovo dei partecipanti presso il parcheggio del Palazzetto dello Sport Ciconia domenica 21 Giugno 2015 alle ore 6,50 partenza alle ore 7,00 con mezzi propri, arrivo a Costacciaro ore 9,30. Visita al paese con una breve pausa al bar. Avvicinamento al punto di partenza dell’escursione Pian delle Macinare con le macchine salendo fino a quota 1100 metri circa.

Inizio escursione ore 10,30, durata escursione h. 2,30 pause escluse.

Partenza per il rientro ad Orvieto ore 16,00 arrivo alle ore 19,00 circa.

 Scheda tecnica:
-Regione e Provincia: Umbria (Perugia)
-Località di partenza: Costacciaro, Pian delle Macinare (1100 m.s.l.m.)
-Punto di massimo livello: Monte Cucco (1566 m.s.l.m.)
-Dislivello in salita: 600 m, lo stesso in discesa.
-Percorso, primo tratto in linea secondo ad anello, tempo di percorrenza: h. 2,30.
-Lunghezza del percorso: Km 6,500 
-Grado di difficoltà: EE
-Descrizione delle difficoltà: Abbastanza ripida la salita nel primo tratto, nel secondo tratto ad anello l’andamento è vario, in alcuni tratti bisogna fare una certa attenzione al sentiero.
-Segnaletica: segnavie Bianco-Rossi n° 2 , n°14, n°15.

Attrezzature necessarie:
-Abbigliamento adatto alla stagione, considerando che andiamo a 1566 m s.l.m.
-Scarponi da trekking idonei, scorta d’acqua sufficiente.
-Si consiglia: bastoncini, un copricapo, per chi necessita, una crema di protezione
-Pranzo al sacco.

 Per qualsiasi informazione contattare con Francesco Bellucci ai seguenti numeri di telefono 337 4695990 329 1214020.

Per motivi organizzativi si chiede gentilmente di dare conferma della presenza all’escursione entro giovedì 18 giugno.

 Descrizione:
Monte Cucco presso l’omonimo Parco Naturale Regionale nel Comune di Costacciaro (PG).

Alcune notizie su dove andremo: Il Monte Cuccco (1556 m s.l.m.) è una montagna dell’umbria orientale, che segna il confine con le Marche.

Tra i paesi che si trovano alle sue pendici, vanno ricordati Fossato di Vico, Costacciaro, Scheggia e Pascelupo, Sigillo nel lato Umbro, con suggestivi paesaggi mozzafiato.

L’area del Monte Cucco è una zona dove l’intensa e profonda tettonizzazione (fratturazione di varia natura) ha permesso alle acque meteoriche di penetrare fino alle massime profondità, producendo una situazione geologica unica nel suo genere con il drenaggio delle acque meteoriche attraverso vie sotterranee, lungo gli intricati reticoli di grotte e pozzi che si sviluppano all’interno delle masse calcaree.

Il Monte Cucco è anche e soprattutto il parco delle grote. Il fenomeno carsico più imponente è sicuramente la Grotta di Monte Cucco, un vastissimo sistema sotterraneo che si estende per oltre 30 Km, raggiungendo la profondità massima di 923 m. Per lungo tempo è stato il sistema carsico più grande e profondo d’Italia, uno dei maggiori fra quelli conosciuti.